Zeffirelli, gli anni alla Scala

a cura di Vittoria Crespi Morbio

(8 novembre 2022 – 31 agosto 2023)

Franco Zeffirelli: a cent’anni dalla sua nascita questa mostra si propone di sottrarre l’artista alla dimensione della cronaca, di cui è stato appassionato, battagliero, spesso criticato protagonista, e di considerare la sua figura e la sua opera attraverso l’epoca, o meglio, le epoche, in cui il suo talento si è espresso.

Attraverso le produzioni da lui firmate per il Teatro alla Scala (oltre mezzo secolo di attività: 1953-2006) è possibile ripercorrere una carriera che ha conosciuto diverse fasi e vari indirizzi stilistici, la continuità della quale risiede in un’idea forte del melodramma come teatro di tutti e per tutti, non giardino chiuso di un’élite ma espressione di un immaginario popolare.

L’attività di Franco Zeffirelli alla Scala ha lasciato un segno vivo nell’identita stessa del Teatro; i suoi spettacoli sono ancora nella mente e nel cuore di tutti coloro che entrano nel Piermarini, anche di chi non li ha mai visti . Fare parte dei miti della Scala significa percepirne la presenza al di là della memoria.

SCOPRI DI PIÙ