DOMENICA 8 MARZO LE  VISITE ALLA MOSTRA DELLE ORE 10.30 E DELLE ORE 11.00 SONO ANNULLATE

Visite guidate della mostra
“Nei palchi della Scala. Storie milanesi”

Il Museo Teatrale alla Scala ha inaugurato da poco la sua nuova mostra dal titolo “Nei palchi della Scala. Storie milanesi”.

La mostra sui palchi della Scala, a cura di Pier Luigi Pizzi, vuole raccontare l’evoluzione del pubblico del Teatro, dalla sua fondazione fino al dopoguerra, quando ai palchettisti si sostituirono gli abbonati. Si tratta di una storia prestigiosa che attraversa tutte le trasformazioni della società italiana degli ultimi due secoli, a conferma di quanto la Scala, con i suoi eleganti interni e i suoi abitanti illustri, sia sempre stata un punto di riferimento, il centro della cultura e del costume del nostro paese.
Supporto fondamentale per il percorso espositivo sarà un imponente database che traccia, palco per palco, la mappa di tutti i proprietari e degli ospiti del teatro dal 1778 al 1920, anno dell’esproprio. Qui si ripercorre la storia delle grandi famiglie milanesi, dai Trivulzio, ai Litta, ai Belgiojoso, ai Visconti, le cui vicende si intrecciano a quelle dei patrioti, come Luigi Porro Lambertenghi, Federico Confalonieri e Silvio Pellico, oltre ai grandi letterati da Stendhal a Foscolo, da Parini a Manzoni. Questa importante ricerca storica ha visto la collaborazione del Teatro alla Scala con il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano e la Biblioteca Nazionale Braidense.

Abbiamo organizzato alcune visite guidate alla mostra ad un prezzo speciale di 6 euro, equivalente ad un biglietto di ingresso ridotto al Museo.

L’indirizzo di posta elettronica per prenotare è: museoscala@fondazionelascala.it

Queste le date:

Sabato 11 gennaio alle 15.30 (sold out)
Domenica 12 gennaio alle 11.00 (sold out)

Sabato 15 febbraio alle 15.30 (sold out)
Domenica 16 febbraio alle 11.00 (sold out)

Domenica 8 marzo, due visite: una alle 10.30 e l’altra alle 11.00 (ANNULLATE)

Sabato 18 aprile alle 15.30 (sold out)
Domenica 19 aprile alle 11.00 (sold out)

La prenotazione è obbligatoria e il biglietto sarà acquistabile direttamente presso la biglietteria del Museo il giorno della visita.